<![CDATA

Dal 18 al 21 novembre saremo al Gluten Free Expo e  Lactose Free Expo a Rimini, Padiglione C7 Stand 27AC, con le nostre nuove miscele senza glutine, senza latte e lattosio e a basso contenuti di zuccheri!

Venite a scoprire Freeflour, la nostra nuova linea dedicata a chi soffre di celiachia e intolleranze alimentari, nove tipologie di miscele per tutti i gusti e le ricette!

Freeflour Everyday è la nostra “proposta rossa” con cinque miscele per pane pizza e focaccia, pasta fresca, gnocchi, frolla e biscotti e torte soffici.
Freeflour Grano Saraceno è la nostra proposta per chi ama le novità del freefrom, con due miscele per pane, pizza e focaccia e pasta fresca.
Freeflour Legumi è la nostra proposta per chi cerca fonti alternative di proteine, ideale per vegani e vegetariani, con due miscele per pane, pizza e focaccia e pasta fresca.
Al Gluten Free Expo di Rimini non ci limiteremo ad annunciare le nostre novità ma ve le faremo provare! Tutti i giorni presso il nostro stand sarà attivo un laboratorio di pasta fresca con il nostro maestro d’arte bianca Carmelo Loiacono e la nostra biologa nutrizionista Viviana Acclavio, che ci faranno scoprire come utilizzare i mix e soprattutto come abbinarli con gli ingredienti giusti, per avere una dieta sana, bilanciata, gustosa e freefrom!
Libera il gusto con Freeflour! >

Sana 2017, un bilancio soddisfacente dato da un ottimo riscontro da parte del pubblico e dei professionisti presenti. Tra i prodotti più apprezzati indubbiamente la nostra nuova linea Freeflour, nove miscele innovative e “free from”, senza glutine, senza latte e senza lattosio ma soprattutto a basso contenuto di zuccheri. Spesso i mix senza glutine pagano lo scotto di alti indici glicemici, ma Macinazione Lendinara ha saputo dare nuovo valore aggiunto al mercato del senza glutine. La linea Freeflour, oltre a prevedere una linea “Everyday” per tutti gli usi, per pane e pizza, pasta fresca, gnocchi e pasticceria, ha ideato anche una linea basata sulla farina di grano saraceno e una proteica basata sui legumi, ideale per diete vegane e vegetariane. Macinazione Lendinara affianca la sua solida tradizione di ben 80 anni di storia alle novità: in fiera ci siamo presentati con il “grembiule della nonna” perché siamo legati alle nostre radici, fatte di cose buone e sane. La nostra farina si può trovare sia in veste convenzionale che biologica, anche arricchita di nuovi elementi come i beta-glucani, elementi preziosi contenuti nella fibra d’avena che consentono di controllare i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue. In questo video tutte le novità presentate a Sana 2017 e targate Macinazione Lendinara

>

<![CDATA

Macinazione Lendinara quest’anno “cucina come Nonna comanda”: dall’8 all’ 11 settembre saremo al SANA, Salone del Biologico di Bologna, per quattro giorni di laboratori artigianali a tema pasta fresca biologica, con beta-glucani e gluten free, padiglione 26, stand B83.

Tanta innovazione negli ingredienti per reinventare i piatti più buoni della tradizione, quelli preferiti dalle nostre nonne.
Il nostro laboratorio di pasta fresca sarà condotto dal mastro sfoglino bolognese Leonardo Iacono, noto sotto le due torri per le sue “Serate del tagliere” al circolo Mazzini e grande esperto di pasta fresca e pasta ripiena, come racconta lui stesso.
“La buona cucina e il mangiare bene sono una tradizione di famiglia e l’imparare a fare la sfoglia è stato per me imperativo se volevo conservare la gioia che provavo quando si andava a tavola per gustare un bel piatto di tagliatelle con il ragù, o una scodella di tortellini in brodo preparati dalla mamma o dalle mie zie, sia quelle da parte di madre, romagnole doc, che quelle da parte di padre, partenopee di razza (Ho un pedigree culinario di tutto rispetto e di ottimo gusto).
Ebbene per mantenere viva questa positiva tradizione di famiglia dovevo assolutamente sapere fare la sfoglia! Così ho preso lezioni dalle migliori sfogline e sfoglini di Bologna, primo fra tutti Roberto Gasperini, stimatissimo sfoglino dell’Osteria dell’Orsa, oggi mio caro amico e compagno assiduo di gare di sfoglia.
Nel 2006 la Chef Federica Cesari di Villa la torre mi propose di fare delle dimostrazioni di sfoglia nel suo ristorante. Da lì e dalla lettura del libro di Pellegrino Artusi “La scienza in cucina e l’arte del mangiare bene” è nato il progetto delle “LE SERATE DEL TAGLIERE”, durante le quali non m’interessa solo insegnare una tecnica, ma irradiare quel senso di gioia che, come ho detto, provavo quando in casa si faceva la sfoglia”.
Leonardo Iacono sarà affiancato dalla giovane ma già celebre Viviana Accalvio, nutrizionista di professione e chef per passione, che accompagnerà alla pasta fresca realizzata con le nuove farine di Macinazione Lendinara una serie di ripieni e condimenti gustosi, salutari e bilanciati dal punto di vista nutrizionale.
“Alle volte bastano piccoli accorgimenti per ricevere maggiori benefici nutrizionali degli ingredienti – spiega Viviana – come ad esempio l’aggiunta di maggiorana all’olio extravergine d’oliva che ne aumenta considerevolmente il potere anti-ossidante. Durante i laboratori non solo spiegheremo farine, impasti e tipologie di pasta fresca, ma daremo molti consigli per un regime alimentare sano ed equilibrato, anche per chi segue diete particolari senza glutine, senza carne o senza derivati animali”.
Colonna portante del nostro laboratorio sarà Carmelo Loiacono, maestro di arte bianca e tecnologo esperto di farine a disposizione dei clienti, in particolare artigiani e professionisti del settore.
I laboratori di pasta fresca si svolgeranno tutti i giorni, sia la mattino che al pomeriggio, e saranno aperti al pubblico con un massimo di quattro partecipanti per ogni sessione.
A ogni laboratorio seguirà una prelibata degustazione ai partecipanti, ai clienti in visita e agli interessati, fino a esaurimento scorte.
Le farine che verranno utilizzate durante i laboratori saranno tutte rigorosamente biologiche.
Avremo laboratori con la nostra linea Freeflour, che comprende farine free from senza glutine, lattosio e a basso contenuto di zuccheri, anche in versione legumi e grano saraceno.
Presenteremo inoltre la nostra linea di farine Fibra, con aggiunta di fibra d’avena, naturalmente contenenti beta-glucani, che aiutano a mantenere bassi i livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue.
Vi aspettiamo a Bologna, padiglione 26, stand B83, dall’8 all’11 settembre, per cucinare “come nonna comanda!” >

<![CDATA

Food trend, quali sono le nuove tendenze del cibo oggi, sia nella sua preparazione che nei consumi?

Noi di Macinazione Lendinara ce lo siamo chiesti, provando a confrontare la nostra offerta di farine tradizionali, biologiche, senza glutine con le richieste del mercato e le preferenze dei consumatori.

Trasparenza

Uno dei principali food trend è la trasparenza. Macinazione Lendinara è un’azienda con certificazione ISO 22000:2005 e FSSC 22000, indice di qualità, sicurezza e trasparenza in tutto il suo processo produttivo, dall’origine delle materie prime, allo stoccaggio, macinazione, insaccamento fino al consegna, per tutti i suoi prodotti.

Biologico

Il 66% degli italiani considera “più sani” i prodotti biologici (dati Bio4U e Bioera, fonte Mark Up). Gli “organic food” non sono più riservati ad alcuni segmenti particolari, ma rispecchiano un’esigenza trasversale di tutti i comparti, anche in quelli tipici e tradizionali. Il prodotto locale tipico è molto richiesto, meglio se biologico.

Macinazione Lendinara è naturalmente in possesso di certificazione biologica e con la sua linea Anima di Farina Bio presenta una gamma completa per panificazione, pasticceria, pizzeria e pasta fresca.

In particolare e per rispondere proprio agli attuali food trend, Macinazione Lendinara propone una linea biologica di piccolo formato (pack da 1 Kg) per il consumatore finale, che si declina in tre referenze: Partenope, farina per pizza e pane; Frolla e biscotti, farina per pasticceria secca; Lievitati, farina per dolci da forno, pane ciabatta e pizza soffice.

Per il canale professionale (sacchi da 25 kg) Macinazione Lendinara propone, oltre alla farina biologica di grano tenero 00, 0, 1, 2 e integrale anche la farina biologica di farro e farro integrale e la farina di grano Senatore Cappelli.

Gluten Free e “Free From”

Il settore del gluten free e in generale del cosiddetto “free from” (letteralmente “privo di”) è in grande aumento. Nel 2016 si è registrato un + 22% per i prodotti senza glutine e un + 18% per i cibi e gli ingredienti senza lattosio. Anche il mercato dei prodotti light, oggi definiti “less” (meno zucchero, meno calorie, meno sale, meno grassi saturi, etc…) cresce di uno 0,4%, essendo un mercato molto più “maturo” e consolidato.

(Dati Iri, rilevazioni di Agosto 2016).

Secondo le rilevazioni del Ministero della Salute i celiaci in Italia oggi sono 182.000 mentre gli intolleranti al lattosio, secondo Aili (Associazione Italiana Latto-intolleranti) sono circa la metà della popolazione. Il 4,5% degli italiani ha un’allergia alimentare ma la percezione degli italiani sulla presenza di allergie alimentari sale al 20%.

Per rispondere ai principali food trend legati alla ricerca di benessere, salute e leggerezza Macinazione Lendinara ha messo a punto la nuova linea Freeflour, nove mix di farine senza glutine, latte, lattosio e a ridotto contenuto di zuccheri. Purtroppo molto spesso le composizioni gluten free sono arricchite di zuccheri per supplire alla mancanza di glutine, ma i nostri laboratori hanno lavorato proprio nella direzione non solo del “free from” ma anche del “less”: non solo senza componenti che possono provocare allergie e intolleranze ma anche con meno zuccheri e calorie.

Le nostre nove referenze sono dedicate alla preparazione di pane e pizza, dolci e biscotti, pasta fresca e all’uovo fatta in casa, anche nella versione con grano saraceno oppure con legumi, ad alto contenuto proteico, ideali per chi sceglie un regime alimentare vegano.

Prodotti tipici

Macinazione Lendinara nasce ottant’anni fa a servizio della panificazione. Le sue farine sono famose in tutta Italia, raggiungendo in molti casi livelli di eccellenza memorabili, come la farina dedicata alla ricetta della soffiata. Oggi l’azienda ha ampliato l’offerta estendendo la produzione dedicata anche a pasticcerie, pizzerie e pasta fresca ma sempre a servizio delle ricette locali e della tipicità.

Sperimentazione

Quasi la metà degli italiani (ma la tendenza è diffusa in tutta Europa) si dicono favorevoli alla ricerca di cibi e di sapori nuovi. Nuove verdure, nuovi cereali, cibi con particolari proprietà nutritive conosciuti come “superfoods”. Proprio per questo motivo la nostra azienda sta testando un nuovo tipo di farina con aggiunta di beta-glucani, preziosi elementi contenuti nella fibra d’avena che contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo e di glicemia nel sangue e che favoriscono un buon funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. La nuova linea Fibra è costituita da tre referenze: Fibra 00, un mix di farina di grano tenero 00 e di fibra d’avena, dedicata alla pasta fresca; Fibra 1 Verde, un mix di farina di grano tenero 1 e di fibra d’avena, dedicata a pane, pizza e focaccia; Fibra 1 Rosa, un mix di farina di grano tenero 1 e di fibra d’avena, dedicata a biscotti e pasta frolla.

Tutti questi nuovi prodotti verranno presentati e fatti testare dall’8 all’11 settembre a Sana 2017, il salone dedicato al biologico di Bologna Fiere. Saremo presenti con il nostro stand e un’area laboratorio dedicata a tante ricette da fare con le nostre farine, con un focus particolare sulla pasta fresca.

>

PLMA 2017 Amsterdam: Macinazione Lendinara per le Private Label, vi aspettiamo allo stand n. F 8538.

PLMA 2017 Amsterdam: Macinazione Lendinara al servizio delle Private Label presenterà l’intera gamma di farine di grano tenero e senza glutine.
Riflettori puntati sulla linea Anima di Farina Bio e sulla nuova linea Freeflour, ben nove referenze di miscele senza glutine, senza lattosio e a ridotto contenuto di zuccheri.
Anima di Farina Bio è la nostra nuova offerta di prodotti biologici, rigorosamente prodotti in Italia. La linea prevede un vasto assortimento di farine di grano tenero per gli usi professionali e domestici, adatti per pane, pizza, pasta e dolci.
Oltre alle farine di grano tenero proponiamo una linea biologica speciale basata su cereali alternativi, come il Farro e il Senatore Cappelli.
La linea Freeflour è composta da nove mix pensati per i diversi usi domestici e industriali, con soluzioni alternative adatte a tutti i regimi dietetici.
La particolarità dei nostri mix è legata alla ricerca continua di salubrità e leggerezza. Proprio per assolvere a questi requisiti le nostre miscele non solo sono prive di glutine ma sono anche senza latte e lattosio e a basso contenuto di zuccheri.
Freeflour è una linea ideale per chi soffre di celiachia e intolleranza al glutine, ma anche per chi ha problemi con latte e lattosio e per chi deve seguire una dieta a ridotto contenuto di zuccheri.
Scopri tutto sull’edizione 2017 di PLMA e vieni a trovarci il 16 e 17 maggio al quartiere fieristico RAI di Amsterdam, stand numero F-8538.

Puntata finale Nonna Super Chef: chi ha vinto la sfida dessert tra Nonna Paola di Arezzo, Toscana, e Nonna Sterpeta di Barletta, Puglia?

Puntata finale Nonna Super Chef: le due nonne rimaste in gara si sono sfidate con cantucci al vin santo e zabaione per quanto riguarda la Toscana e Cartellate con vincotto fatto con i fichi per la Puglia.

Dopo un’agguerrita discussione tra giurati è Nonna Paola dalla Toscana ad avere la meglio: la concorrente aretina vince la sfida per 5 a 4, ma per lo chef Gritti la vittoria è un ex aequo, vista la bravura delle due contendenti.

La quinta e ultima puntata fa ritornare in scena tutte le nonne partecipanti, che si lanciano in un tifo appassionato per l’una o per l’altra nonna.

Nonna Sterpeta si assume l’onere di una ricetta antichissima, addirittura risalente al VI secolo, come fa notare il rappresentante di Pentole Agnelli, mentre Gritti si complimenta per la scelta del vincotto artigianale senza aggiunta di zuccheri.

Nonna Paola, la vincitrice della prima edizione di Nonna Super Chef, commenta con soddisfazione la qualità delle farine di Macinazione Lendinara, in particolare per quelle con aggiunta di fibre d’avena, naturalmente contenenti beta-glucani, sostanze che abbassano l’indice glicemico e la presenza di colesterolo.

Nonostante il carattere forte, le “contestazioni” garbate verso chef e giurati e la tipica “testardaggine” toscana Nonna Paola conquista tutti, affermando con simpatia le sue capacità ai fornelli e aggiudicandosi il premio finale: un set completo di pentole Agnelli e un buono spesa Carrefour.

Tra abbracci, applausi, assaggi e qualche lacrima di commozione si conclude la prima edizione di Nonna Super Chef, con la promessa di rivedersi anche il prossimo anno.

 

 

La pizza con la farina di Macinazione Lendinara in tv, protagonista della quarta puntata di Nonna Super Chef!

La pizza con la farina di Macinazione Lendinara in tv, nella quarta e penultima puntata del cooking show ideato e condotto da Alessandro Di Pietro che coinvolge concorrenti nonna da tutta Italia.
In questa puntata le quattro nonne rimaste in gara propongono la loro personale ricetta regionale di pizza in teglia.
La verace e tostissima nonna aretina, Toscana, propone una pizza alta e soffice condita con cavolo nero, crescenza e salsiccia tipica locale.
La simpaticissima nonna ragusana, Sicilia, prepara una coreografica pizza con pistacchi e salumi locali, mentre la nonna di Mantova, Lombardia, sperimenta un abbinamento fiori di zucca e acciughe.
Infine, la nonna pugliese serve ai tre giudici una pizza con mozzarella fiordilatte, rape stufate e funghi cardoncelli.
E’ proprio la Puglia ad aggiudicarsi il primo posto e a guadagnare la finale insieme alla Toscana, mentre la Sicilia si guadagna il meritato terzo posto ma non va in finale e viene eliminata insieme alla nonna della Lombardia.
Sabato 18 aprile le due nonne rimaste in gara si sfideranno sui dessert, in trasmissione sarà presente il nostro Ceo Pier Massimo Cavallari, per il gran finale.
Riflettori puntati sul nostro tecnologo Carmelo Loiacono, che chiarisce nel dettaglio i segreti per ottenere una pizza ottimamente lievitata.

 

 

Nonna Super Chef 3° puntata. Le nonne in questo appuntamento si cimentano su una sfida particolare come la “regionalizzazione” di una pietanza internazionale: l’hamburger.

Nonna Super Chef 3° puntata. Ogni nonna è chiamata a dare il proprio “tocco” particolare alla famosa polpetta di carne macinata, dai sapori mantovani al pane sciocco toscano, dai segreti alla veneta fino all’originalità siciliana.
Sei ricette di hamburger gourmet molto stuzzicanti in questa Nonna Super Chef 3° puntata: la nonna lombarda ha racchiuso la carne all’interno di una verza – di stagione e tipica mantovana – rifinendo il tutto con cipolla, pancetta tostata e Grana Padano.
La nonna veneta ha cucinato un hamburger in crosta di Grana Padano, appoggiato su un letto di pollo e radicchio di Treviso.
Dalla Campania una coreografia “vesuviana” con mozzarella e pomodori a fette su letto di insalata, mentre la concorrente pugliese azzarda una padellata di sponsali, cipolle tipiche pugliesi, con alloro, uva passa e pomodorini.
Infine, la simpatica nonna siciliana Giovannella abbina limone siciliano, Caciocavallo Dop di Ragusa e pesto di pistacchio a un particolare decoro fatto di carretti siciliani e ombrellini proteggi sole mentre la nonna toscanaccia si esibisce con lardo di colonnata e e foglie di sedano fritte, una tipicità aretina.
Il responso degli chef e della giuria per questa Nonna Super Chef 3° puntata ha dato ragione alle nonne di Toscana, Puglia, Lombardia e Sicilia, che sabato prossimo si misureranno sulla pizza.
Niente da fare invece per Veneto e Campania, che tornano a casa dopo aver dimostrato comunque ottime capacità tra i fornelli.
Nonna Super Chef 3° puntata ha offerto l’occasione al nostro tecnologo Carmelo Loiacono di spiegare la nuova linea Fibra, la nostra miscela di farina di grano tenero con aggiunta di beta-glucani derivati da fibra d’avena biologica. L’aggiunta di beta-glucani nelle farine aiuta a ridurre i livelli di glicemia e colesterolo nel sangue, pur mantenendo intatto gusto e piacevolezza dell’impasto.

 

<![CDATA Ristoexpo 2017, la rassegna gastronomica di Lario Fiere conclusasi da poco, è stata un grande successo per le farine per pizza di Macinazione Lendinara e dei nostri partner Mugnai di Napoli.
Quattro giorni durante i quali il nostro infaticabile tecnologo Carmelo Loiacono  e il Pizza chef Gennaro Celentano, napoletano doc, hanno deliziato il palato dei professionisti e del pubblico presente.
Lo potete vedere dalle foto quanto ci siamo divertiti e quanto le nostre pizze sono state gradite! Arrivederci alla prossima edizione di Ristoexpo!
ristorexpo-1 ristorexpo-2 ristorexpo-3 ristorexpo-4 >