10 Giu

Gluten Free: novità per impasto pane e pizza

animadipizza-senza-glutine-secchio-farinaGluten free per pane e pizza: Gusta l’Anima di Pizza senza glutine!

Gluten free per il marchio Anima di pizza, la linea di farine professionali per mastri pizzaioli che guarda ai gusti e alle esigenze del pubblico, ma anche alla sua salute. Per questo nel marzo 2015 abbiamo lanciato la nuova linea di preparato gluten free, dedicata a tutti coloro che soffrono di celiachia o che presentano intolleranza a questo allergene. Il preparato, ideale per la preparazione di pane e pizza, è a base di farina di mais e di riso, con aggiunta di fibre. Tutti i componenti sono garantiti OGM free, privi di organismi geneticamente modificati.

Il risultato finale è un impasto che presenta tutte le tradizionali caratteristiche del pane e della pizza italiani: stesso gusto, più salute!

Il nuovo preparato per impasto gluten free è stato presentato con grande successo all’International Pizza Expo di Las Vegas, riscuotendo un notevole successo tra gli addetti ai lavori. L’impasto è risultato leggero, soffice e gustoso come la migliore tradizione italiana insegna.

Perchè una dieta Gluten Free?
Scopri che cos’è la Celiachia.
La Celiachia è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. La Dermatite Erpetiforme è una patologia scatenata in soggetti geneticamente predisposti dall’assunzione dietetica di glutine e caratterizzata da lesioni cutanee specifiche e distintive, che regrediscono dopo l’eliminazione del glutine dalla dieta. E’ considerata una variante della malattia celiaca, anche se molto raramente la Dermatite Erpetiforme si presenta con le caratteristiche lesioni della mucosa duodenale della celiachia.
La Celiachia è caratterizzata da un quadro clinico variabilissimo. A differenza delle allergie al grano, la Celiachia e la Dermatite Erpetiforme non sono indotte dal contatto epidermico con il glutine, ma esclusivamente dalla sua ingestione. La Celiachia non trattata può portare a complicanze anche drammatiche, come il linfoma intestinale.
(Fonte: sito AIC)